fbpx

Vaginismo

Di cosa si tratta

È definito come un ricorrente persistente spasmo involontario della muscolatura del terzo esterno della vagina, che interferisce con il rapporto sessuale o l’introduzione di oggetti al punto che anche gli esami medici devono essere svolti in anestesia.

Può sussistere da sempre o verificarsi da un certo punto in avanti e può riguardare qualsiasi partner o presentarsi con un partner specifico.

Prima di intervenire a livello psicologico è importante escludere che si possa trattare di disturbo corporeo (endometriosi, malattie infiammatorie delle pelvi, atrofia senile della vagina, tumori pelvici, ecc.) o legato ad uso di farmaci o altre sostanze.

Se la problematica è presente fin dalle prime attività sessuali o si manifesta con qualsiasi partner, la causa è più intrinseca alla donna e può riguardare aspetti valoriali, traumi infantili, credenze personali riguardo alla sessualità, paure o inibizioni.

Nel caso in cui la difficoltà compaia dopo rapporti sessuali nella norma o con un partner in particolare, l’origine riguarda la relazione in atto o il modo in cui la donna sta vivendo quello specifico periodo.

Il trattamento psicologico e somatico

  1. Individuare le cause psicologiche e aumentare la consapevolezza sul rapporto tra il disturbo e le altre aree affettive ed emotive della donna.
  2. Sviluppare una sensibilità nell’ascolto delle sensazioni corporee ed emotive prima, durante e dopo il rapporto sessuale.
  3. Approfondire le motivazioni che sottostanno al desiderio di avere o non avere rapporti sessuali.
  4. Utilizzare tecniche di rilassamento muscolare che riducono il disagio.